Ricette Gourmet

gourmetMangiare fuori sta diventando un fenomeno sempre più popolare. Con i fast food, nati negli USA ma molto diffusi anche da noi in Italia, un pranzo o una cena portano via solo pochi minuti al giorno e costano davvero pochi euro. Allo stesso modo, la scelta di una cucina raffinata in un ristorante di qualità è un’opzione sempre più in aumento (anche se può influire non poco sul portafoglio).

Per tutti coloro che non vogliono farsi mancare, una volta ogni tanto, un piatto unico e dal sapore gustoso, ecco le ricette “gourmet” dei ristoranti più famosi, quelle che hanno fatto la fortuna di tanti chef in tutto il mondo (per lo più francesi, ma anche italiani).

Iniziamo dall’Orecchia di elefante alla milanese, che ha un costo di 160 euro e che viene realizzata al “Da Vittorio” dei fratelli Cerea, ristorante dove tradizione e creatività sono il leitmotif. La cura e la passione messa nella preparazione di ogni piatto sono davvero uniche, così come l’ambiente in cui si possono gustare.

Per chi ama il pesce cucinato in maniera particolare ed unica, l’astice in doppia salsa spumosa dell’Osteria Francescana è la scelta giusta. Lo chef Massimo Bottura è alla guida dei fornelli di questo posto che conta 12 tavoli e si trova nel cuore di Modena. Ogni piatto viene realizzato tenendo a mente un mix tra storia ed evoluzione. La cura di ogni preparazione, anche da un punto di vista del design, è unica e la si può gustare fino in fondo.

Rimanendo in tema di pesce, il brodetto realizzato da Mauro Uliassi nell’omonimo ristorante è quanto di più buono ci possa essere. Il menù prevede anche dei pranzi completi al costo di 125 euro, il già citato brodetto nel “coccio” a 45 euro, spaghetti affumicati ai datterini oppure i ravioli di patate con finanziera di selvaggina (entrambi 25 euro). Prezzi non proprio popolari che, però, sono ampiamente meritati per la bontà dei piatti, la bellezza del locale e la cura nel servizio.

Chiudiamo con il branzino al vapore con ostriche e gelatina di mare al profumo di anice stellato, un piatto che di chic non ha solo il nome ma anche gusto e preparazione. Lo prepara Oliver Glowig presso il suo ristorante.